Ascoli Piceno – Viaggiare in Economia

Viaggiare in economia

Cosa vedere ad Ascoli Piceno


Estremamente soddisfatto della permanenza e dell’ospitalità ricevuta, senza alcun dubbio, consiglio di fare visita alla città di Ascoli Piceno, capoluogo della regione Marche.

Ascoli Piceno è nota come “città delle cento torri” perché nel suo centro storico, costruito quasi interamente in travertino, puoi ammirare numerose torri gentilizie e campanarie.

Ascoli Piceno - (foto Maurizio Cuomo - Spunti di Viaggio)
Ascoli Piceno – (foto Maurizio Cuomo – Spunti di Viaggio)

Insignita della Medaglia d’oro al valor militare, Ascoli Piceno è tra le Città decorate al valor militare per la guerra di liberazione, per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale.

Ascoli è anche conosciuta per l’oliva ascolana, particolare specialità gastronomica, oggi, diffusa in tutto il territorio italiano e anche al di fuori dei confini nazionali.

Olive all'ascolana (foto Maurizio Cuomo - Spunti di Viaggio)
Olive all’ascolana (foto Maurizio Cuomo – Spunti di Viaggio)

Cosa vedere ad Ascoli Piceno:

Chiesa di San Francesco

Chiesa di San Francesco - Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo - Spunti di Viaggio)
Chiesa di San Francesco – Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo – Spunti di Viaggio)

La chiesa di San Francesco è tra i monumenti che, insieme al palazzo dei Capitani, ed ai palazzetti porticati, delimitano Piazza del Popolo, cuore pulsante della città.

Questa chiesa fu eretta per ricordare la visita in città di San Francesco d’Assisi avvenuta nell’anno 1215.

Costo: ingresso libero


Duomo di Sant’Emidio

Duomo di Sant'Emidio - Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo - Spunti di Viaggio)
Duomo di Sant’Emidio – Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo – Spunti di Viaggio)

La cattedrale di Sant’Emidio, dedicata invece a Maria col titolo di “Madre di Dio” (Theotòkos), e al suo patrono sant’Emidio, si trova in piazza Arringo, e rappresenta insieme col Palazzo dell’Arengo il centro della vita cittadina.

La cripta del duomo è strutturata in sette navatelle suddivise da 64 colonne in travertino, elementi di reimpiego dell’antico, alcune delle quali presentano capitelli altomedievali.

Costo: ingresso libero


Palazzo dei Capitani

Palazzo dei Capitani - Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo - Spunti di Viaggio)
Palazzo dei Capitani del Popolo – Ascoli Piceno (foto Maurizio Cuomo – Spunti di Viaggio)

Il Palazzo dei Capitani del Popolo è uno degli edifici storici più noti della città. Con la sua torre medioevale merlata si eleva nel cuore del centro cittadino, affacciato sul “salotto buono” di Piazza del Popolo.

Sulla sua facciata vi è il monumento dedicato a papa Paolo III che gli ascolani eressero in segno di riconoscenza al pontefice che aveva ristabilito la pace interna e restituito alla giurisdizione della città 11 castelli.


Piazza Arringo

"<yoastmark

Piazza Arringo, detta anche piazza dell’Arengo, è la piazza monumentale più antica e di maggiori dimensioni della città.

Questa piazza ospita le due fontane realizzate nel 1882 contestualmente alla statua di Vittorio Emanuele.

Realizzate su disegno di Giovanni Jecini, le due fontane sono costituite da vasche ellittiche di travertino con una colonna centrale sormontata da un catino.

Le sculture in bronzo, di Giorgio Paci, che le abbelliscono, raffigurano dei cavalli con la coda da tritone.

Dello stesso autore sono anche i bassorilievi bronzei raffiguranti dei putti, collocati lungo il fusto della colonna.


Piazza del Popolo

"<yoastmark

Piazza del Popolo è una bellissima piazza in stile rinascimentale che deve la sua denominazione al Palazzo dei Capitani del Popolo, uno dei principali edifici storici che, con la sua medioevale torre merlata, occupa la parte centrale del lato occidentale.

Sicuramente tra le piazze più armoniose d’Italia, è il luogo simbolo per eccellenza della città, dove da sempre gli ascolani s’incontrano e passeggiano.

Da sempre teatro delle più importanti e famose manifestazioni cittadine, Piazza del Popolo ospita il Carnevale e la Quintana.


Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Ascoli_Piceno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *