Leuca: il tacco d’Italia

Itinerario di Viaggio

Santa Maria di Leuca (LE)


Premesse

Nel corso del mini tour nel Salento, fatto con mio figlio Domenico abbiamo visitato, alcune tra le più belle località della Puglia meridionale.

In questo articolo spiego brevemente il nostro giro esplorativo fatto in provincia di Lecce, nella bellissima Santa Maria di Leuca, frazione del comune di Castrignano del Capo.

Puglia - Finibus Terrae (foto Maurizio Cuomo)
Puglia – Finibus Terrae (foto Maurizio Cuomo)

Il Salento per antonomasia è famoso per il mare e le sue bellissime spiagge, noi però racconteremo delle innumerevoli attrattive territoriali, sotto il profilo storico e culturale.

Approfittando di un mite week-end settembrino, abbiamo realizzato il nostro road trip nel Salento toccando: Lecce, Otranto, Gallipoli, fino ad arrivare a Leuca, l’estrema punta del “tacco d’Italia”, per raggiungere il celebre Santuario di Santa Maria de finibus terrae.


Basilica di Santa Maria de finibus terrae

La Basilica di Santa Maria di Finibus Terrae sorge sul promontorio del Capo di Leuca, laddove la terra finisce ed incontra il mare.

Luogo eletto dello spirito, questo Santuario che guarda il mare di Santa Maria di Leuca sull’estrema sponda meridionale del Salento, fu innalzato a basilica minore nel 1990.

Edificato sui resti di un tempio pagano dedicato alla dea Minerva, il Santuario insiste su di un ampio ed arioso piazzale dell’estremo lembo meridionale del Salento.

Santa Maria de Finibus Terrae (foto Maurizio Cuomo)
Santa Maria de Finibus Terrae (foto Maurizio Cuomo)

Tradizione vuole che San Pietro, sbarcando a Leuca cristianizzò il preesistente tempio pagano intitolandolo a Maria, avviando la sua opera di evangelizzazione dell’Occidente.

La monumentale Croce Pietrina posta di fronte al Santuario (sul versante opposto del piazzale), è testimonianza del passaggio di Pietro.


Il faro di Leuca

Il faro di Leuca (foto Maurizio Cuomo)
Il faro di Leuca (foto Maurizio Cuomo)

Oltre alla Basilica, sul piazzale di Punta Meliso svetta il faro di Santa Maria di Leuca che imponente, raggiunge un’altezza complessiva di 102 metri sul livello del mare.

Entrato in funzione il 6 settembre 1866, fu costruito su progetto dell’Ing. Achille Rossi.

Il faro di Leuca è dotato di una lanterna del diametro di 3 m che poggia su una torre ottagonale. La lanterna formata da 16 lenti, di cui 6 libere e 10 oscurate, proietta fasci di luce bianca visibili fino a 50 km di distanza a cui si alternano fasci di luce rossa.

Il Faro di Santa Maria di Leuca, con i suoi 47 m dal suolo, dopo la Lanterna di Genova, è il secondo più alto d’Italia.


Punta Ristola, l’estremo Sud della Puglia

Il punto più a Sud della Puglia è il promontorio roccioso di Punta Ristola. La vista da qui è meravigliosa: all’orizzonte solo mare e cielo che si toccano per chilometri e chilometri.

Le mie Salomon EOS GTX (foto Maurizio Cuomo)
Le mie Salomon EOS GTX (foto Maurizio Cuomo)

Noi chiaramente ci siamo spinti sulla punta estrema degli scogli fino al mare, ma essendo questa scogliera priva di un camminamento in sicurezza, se siete poco pratici, per evitare incidenti o scivolate, consiglio vivamente di indossare scarpe tecniche, o quantomeno di fermarvi un po’ prima, magari di sera, per godervi la vista su un meritato Sunset Love.

Qualcuno erroneamente afferma che a Punta Ristola vi sia l’incontro tra il mar Jonio e l’Adriatico (geograficamente parlando ciò sembra che invece accada ad Otranto).

Da Punta Ristola, però, si può osservare sia la costa di ponente che di levante di Santa Maria di Leuca.

La scogliera è accessibile dalla spianata del pennone sul quale sventola un grande Tricolore, ai cui piedi (lato strada) potete parcheggiare l’auto in piazzole gratuite. Consiglio di indossare una giacca antivento, o una felpa, perché la località è quasi sempre ventilata.


La cascata monumentale di Santa Maria di Leuca

Se vi recate a Santa Maria di Leuca di sera, con ogni probabilità potrete ammirare la cascata monumentale, illuminata a tricolore, che celebra il punto dove termina l’Acquedotto delle Puglie.

La cascata è percorribile fino alla sua sommità da una rampa di scale panoramiche che affacciano sul porto. L’intero complesso e lo stesso Faro di Leuca che lo sormonta, di sera viene illuminato di verde, bianco e rosso.

Il piazzale di Leuca illuminato di sera (foto Maurizio Cuomo)
Il piazzale di Leuca illuminato di sera (foto Maurizio Cuomo)

Curiosità vuole che il conteggio dei circa trecento gradini della monumentale scalinata, in salita ed in discesa non corrisponda allo stesso numero. Personalmente, volendo provare, sono salito dalla rampa di destra, contando 287 in salita e 286 in discesa.

Se siete fortunati come noi, potete parcheggiare nel piccolo spiazzo ai piedi dello scalone monumentale (0,50€ sono sufficienti per trenta minuti di sosta).


Conclusioni:

Il Salento non è solo mare, la Puglia meridionale è un territorio bellissimo, pregno di attrattive, che merita di essere visitato con calma e attenzione.

Domenico - foto ricordo a Punta Ristola
Domenico – foto ricordo a Punta Ristola

Visitate Santa Maria di Leuca, questa località è ricca di punti panoramici, e viste su magnifici orizzonti, qui è possibile contemplare la grandezza dell’operato di Dio.


Notizie utili:

Posto auto: (in prossimità dell’ultima rotatoria, prima di arrivare al piazzale della Basilica, trovate diversi punti dove poter parcheggiare gratuitamente, di lì in poi è tutto a pagamento).

Notizie tratte da: https://it.wikipedia.org/wiki/Santa_Maria_di_Leuca


Clicca sull’immagine per visualizzare la pagina indice di tutti i nostri itinerari di viaggio

Itinerario di Viaggio (www.nonsolorisparmio.it)

Elenco completo degli Itinerari di Viaggio di NonSoloRisparmio (clicca sull’immagine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.