Come prevenire i furti in casa

In questo breve tutorial si spiega come si possa ridurre il rischio di furti in casa, e come ci si possa allontanare dalla propria abitazione in tutta sicurezza, grazie a soluzioni e ad accorgimenti utili. Una delle nostre paure più radicate, infatti, riguarda la sicurezza in casa propria e la protezione contro ladri e malintenzionati di turno. Sicuramente tra le prime cose a cui si pensa per proteggere la propria casa da possibili intrusioni, è installare una buona porta che possa bloccare sul nascere i malintenzionati. Ciò però a volte non risulta essere sufficiente… per metterci ulteriormente al sicuro, consiglio vivamente di tener presente e di seguire i consigli che daremo a seguire.

prevenire i furti in casa

Grazie alla tecnologia in questi ultimi anni, gli standard sulla sicurezza  si sono molto evoluti, questa evoluzione, ahimè, però, deve fare continuamente i conti con la “professionalità” di ladri altrettanto aggiornati, evoluti e organizzati. Per prevenire, furti e una possibile intrusione in casa, la prudenza non è mai troppa, quindi vale sicuramente la pena di ribadire, che sta alla nostra sensibilità “innalzare” una efficace barriera preventiva contro i malintenzionati.

Ma cosa scoraggia un ladro ad entrare in una casa? Sicuramente: la presenza di persone sul luogo, i rumori dentro l’appartamento, un allarme o anche solo la vista di un adesivo che ne annuncia la presenza, la vista dei vicini da casa, l’impianto di videosorveglianza, la presenza di traffico d’auto vicino alla casa, la carenza di vie di fuga, un’auto dentro il cancello, un cane, le sbarre di ferro. Ma quando non possiamo garantire tutto ciò e la nostra presenza, come ci si deve comportare? Ebbene, bisogna correre ai ripari in maniera intelligente, con ulteriori escamotage che precludano la possibilità al ladro di capire che in casa non vi sia nessuno. In tal caso viene in nostro aiuto la prevenzione atta a scoraggiare i furti.

«La prevenzione è l’unico strumento realmente efficace», spiega il professor Marco Dugato del “Centro di ricerca Transcrime dell’Università Cattolica di Milano” «negli ultimi dieci anni si è ridotto il numero di reati contro banche, uffici postali e automobili grazie a sistemi di sicurezza in grado di scoraggiare chi vuole commettere il reato. La stessa cosa dovrebbe avvenire per le abitazioni private, intervenendo sulle cause che le rendono più attrattive e facili da colpire per i criminali».

A seguire vi proponiamo alcune semplici regole anti intrusione (il vademecum contempla tra gli altri, anche dei concetti che potranno sembrare scontati e/o banali, ma che vale pur sempre la pena di ribadire).


Vademecum su come prevenire i furti

  • Installa una porta blindata antieffrazione¹ all’ingresso dell’abitazione.
  • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
  • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113.
  • Se vi allontanate da casa per un periodo prolungato evitate che si accumuli posta e pubblicità nella cassetta delle lettere, chiedendo ad un vicino di ritirarla.
  • Collaborate con i vostri vicini di casa: lasciate loro il vostro numero di telefono in modo che possano subito avvertirvi in caso di eventuali problemi. Allo stesso modo, portate con voi i numeri di telefono delle postazioni di Polizia e Carabinieri più vicine alla vostra abitazione.
  • In vista di trascorrere le ferie fuori città, non divulgare la data del tuo rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.
  • Ricorda che i “Social” (facebook, twitter, ecc.) rendono la tua vita un libro aperto alla mercé di tutti, non divulgare informazioni sensibili su di una tua possibile assenza prolungata (e se proprio ne senti il “bisogno”, posta le foto delle tue vacanze al rientro (e non in tempo reale).
  • Ricorda che i messaggi posti sulla porta, dimostrano che in casa non vi è nessuno.
  • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa, fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
  • Nel periodo della tua assenza, lascia una piccola luce accesa. Per abbattere gli sprechi installa un piccolo dispositivo dotato di timer, programmabile per l’accensione e lo spegnimento durante gli orari stabiliti.
  • Infine, se al ritorno delle vacanze, malauguratamente vi ritrovate davanti all’appartamento svaligiato, non toccate nulla, ma chiamate immediatamente i carabinieri in modo da sporgere denuncia.

Note:

1. La statistica parla chiaro: l’utilizzo di serramenti anti-effrazione riduce del 25% la probabilità di subire un furto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *