Come conservare il basilico

Come conservare il basilico

Il basilico (Ocimum basilicum, L., 1753), è una pianta aromatica annuale di facilissima coltivazione, molto apprezzata per la sua caratteristica profumazione. Ottimo repellente naturale per mosche e zanzare, in campo medico, per le sue proprietà sedative ed antisettiche,  viene impiegato come leggero calmante di nausea e mal di stomaco, sovente viene utilizzato nella cucina (italiana), tanto da renderlo essenziale per la preparazione di alcune tipiche pietanze di cui risulta essere ingrediente fondamentale (ad esempio per il pesto alla genovese). Sicuramente una plus valenza per la consumatissima pasta al pomodoro (regina della dieta mediterranea) o per l’italianissima pizza “Margherita” che non può prescindere di averlo come suo ingrediente (il basilico con il suo verde caratteristico, abbinato al bianco della mozzarella e al rosso del pomodoro, richiama i colori della nostra bandiera nazionale).

Continua a leggere…

Come proteggere le piante dal freddo

Come proteggere le piante dal freddo

Come proteggere le piante dal freddo dell’inverno

Al fine di proteggere le nostre piante da una possibile gelata, da una grandinata o da un non raro abbondante acquazzone che potrebbe danneggiarle irreparabilmente, in vista della stagione fredda spostiamo le nostre piante in un luogo meno esposto.

Come proteggere le piante dal freddo (foto M. Cuomo)

La soluzione più ovvia è quella di spostare in casa

ponendole in un ambiente soleggiato, se possibile in prossimità di finestre, in maniera di permettere alle piante di usufruire della luce diretta del sole.

Evitate di posizionare le vostre piante vicino a eventuali fonti di calore

stufe, caminetti e termosifoni possono compromettere le funzioni vitali delle piante.

Se i vasi risultano essere troppo pesanti per disporne lo spostamento

lasciando le piante lì dove sono, potete comunque proteggerle con le seguenti ordinarie pratiche di buon senso:

Per evitare gelate dirette

abbiate cura di coprire le eventuali radici esposte, coprendole con: paglia, argilla espansa o più semplicemente con rametti e pezzettini di legno.

Per improntare una maggiore copertura termica

avvolgete poi il vaso con della tela in TNT (tessuto non tessuto). In alternativa potete utilizzare un sacchetto in juta o dei semplici fogli di giornale.

Se avete delle piante robuste e resistenti

ricopritele con un telo trasparente che isola dal freddo ma permette un agevole passaggio dei raggi solari.

Nel caso in cui deciderete di adottare quest’ultima opzione, praticate delle piccole aperture nel telo, in modo da favorire il passaggio d’aria ed evitare la formazione di muffe.

Per la protezione del terreno

operate una pacciamatura della superficie, coprendo il terreno con materiali di origine naturale: erba, fieno o foglie secche.

Per ciò che riguarda invece le annaffiature

per evitare ristagni d’acqua che potrebbero gelare le radici delle piante, consiglio di togliere i sottovasi, in tal modo l’acqua in eccesso defluisce liberamente.

Piante repellenti anti-zanzare

Piante repellenti anti-zanzare

La stagione estiva è alle porte e già si avvertono i primi fastidiosi ronzii notturni: il tormento zanzare, ben noto a tutti, purtroppo, ci accompagnerà ancora una volta… ciò avviene nelle stagioni più calde, proprio quando la temperatura c’impone dei capi di vestiario più leggeri e maggiormente scoperti sulla pelle… ma ci sono dei rimedi naturali contro questi fastidiosissimi insetti?

Continua a leggere…

Formiche: come allontanarle?

Formiche: come allontanarle?

Con l’avvento delle giornate più calde, immancabilmente riappaiono alla nostra vista le formiche. Noncuranti del luogo in cui operano laboriose ed instancabili, le formiche dapprima a piccoli gruppi, poi sempre più numerose, cominciano la loro perlustrazione alla ricerca di cibo. Giustificatissima la loro presenza nelle zone di campagna, non raramente, però, le possiamo trovare anche nelle case di città, ai piani alti, tanto da divenire elemento sgradito all’uomo (allontanarle da casa non è mai molto facile).  Ma si possono allontanare le formiche in maniera naturale, senza utilizzare insetticidi pericolosi per la nostra salute?  A seguire segnaliamo alcuni rimedi naturali utili a respingere una possibile invasione di questi piccoli ospiti.

Continua a leggere…

Orto in casa

Orto in casa

L’Orto in casa, ovvero l’orto bio a km zero per antonomasia, è una pratica semplice ed economica molto interessante che necessita, però, di alcune doverose premesse che aiuteranno sin da subito ad essere chiari e a non illudere nessuno. Innanzitutto, buona volontà e costanza non devono mancare, altrimenti meglio abbandonare in partenza eventuali progetti. E’ bene altresì sapere che l’orto in casa per le sue contenute dimensioni non vi permetterà di sostituire e rimpiazzare la spesa per le verdure (come spesso capita di leggere su alcuni blog), ma se allestito con intelligenza, sarà di valido ausilio per avere sempre a portata di mano la freschezza (sicuramente bio) delle principali essenze, indispensabili per insaporire e caratterizzare le pietanze della vostra cucina.

Continua a leggere…

Raccogliere pinoli

Raccogliere pinoli

Tra le cose più salutari che si possono fare nella vita, sicuramente, una bella camminata (alle prime ore del mattino, quando l’aria è meno inquinata e si può respirare a pieni polmoni), occupa i primi posti di una ideale classifica. Abbinando poi, alla camminata mattutina anche i favori di una giornata mite e la possibilità di una raccolta estemporanea di una delle tante essenze profumate che generosamente può offrire madre natura (come le erbe spontanee di campo e qualche frutto di stagione, magari da raccogliere e consumare sul posto), vengono a realizzarsi i presupposti ideali affinché si possano soddisfare sia l’utile che il dilettevole.
Un esempio calzante, lo posso fare parlandovi dell’uscita fatta un paio di giorni fa, da mio figlio Domenico, che approfittando di una tregua del cattivo tempo (ultimamente estremamente ventoso), si è recato di buon mattino ai piedi di alcuni pini domestici (Pinus pinea L., 1753), per improntare una raccolta di pinoli.

Continua a leggere…