Libretto al portatore

Libretto al portatore: obbligo di chiusura entro il 31 dicembre 2018.

Attenzione: se sei possessore di un vecchio libretto al portatore (bancario o postale che sia), ricordiamo che devi estinguerlo entro il 31 dicembre 2018.

Dalla suddetta data, infatti, tutti i libretti non nominali risulteranno fuori corso e inservibili per eventuali movimentazioni.

libretto al portatore (www.nonsolorisparmio.it)

La chiusura dei libretti al portatore è legata a una serie di iniziative volte a combattere il riciclaggio di denaro proveniente da attività criminali e terroristiche.

Il dispositivo è disciplinato dal Decreto Legislativo n. 90 del 2017, grazie al quale dal 4 luglio 2017, uffici postali e banche italiane possono emettere solo libretti di deposito nominali.

Cosa devi fare se possiedi un libretto al portatore?

Per la riconversione del deposito hai tre soluzioni:

  • Entro e non oltre il 31 dicembre 2018, chiedi la conversione del vecchio libretto in un conto di risparmio nominativo.
  • Trasferisci il libretto al portatore in un conto bancario o in un altro strumento di risparmio nominativo.
  • Richiedi il pagamento in contanti del saldo del libretto.

Cosa succede se non estingui il libretto al portatore entro il 31 dicembre 2018?

Non puoi più movimentare il vecchio deposito, fermo restando che la somma in giacenza potrà essere comunque liquidata.

Le eventuali liquidazioni richieste fuori termine, saranno, però, assoggettate a sanzioni amministrative per importi che possono variare da 250 a 500 euro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *