Castagne: proprietà, benefici e controindicazioni

Le castagne, ingiustamente definite “pane dei poveri“, sono in realtà ricche di proprietà benefiche. Oggi, per nostra fortuna rivalutate, sono a giusta ragione considerate panacea per tutto, in quanto vero e propria toccasana per: ossa, muscoli e circolazione sanguigna.

Castagne - proprietà e benefici

Di scorza coriacea dal colore marrone, la castagna (frutto autunnale per eccellenza) custodisce al suo interno una polpa appetibile dalle straordinarie caratteristiche energetiche e nutritive.

Cosa contengono le castagne:

Oltre a contenere importanti sali minerali, tra cui: fosforo (utile per i tessuti nervosi) e potassio (funzionale per i muscoli), vitamine B2 e PP (essenziali per la salute dei tessuti), nelle castagne troviamo anche una buona percentuale di acido folico (in ginecologia consigliato per evitare malformazioni del feto), zolfo (ottimo alleato per l’irrobustimento delle ossa), magnesio (equilibratore dell’umore) ed ancora: sodio, calcio,ferro, ramezinco e manganese.

La castagna non contiene glutine (quindi appetibile per i celiaci), contiene una buona quantità di fibre e molti carboidrati complessi, fondamentali per il corretto funzionamento dell’intero organismo.

Valori Nutrizionali delle castagne (100 g)

100 g di castagne (10 frutti circa), apportano 193 kcal (circa la stessa quantità di calorie e di nutrienti apportata da mezza porzione di pasta). A seguire la ripartizione dei nutrienti:

42 g di carboidrati
4.7 g di fibre
2 g di grassi
2 g di proteine

Controindicazioni:

Nonostante i numerosi benefici per la nostra salute, a causa dell’elevato contenuto di amido, la castagna risulta essere, però, un frutto difficile da digerire. Sconsigliate agli obesi, ai diabetici e a chi soffre di malattie legate al fegato, colite e aerofagia, le castagne rientrano quindi in quella categoria di alimenti da mangiare con particolare moderazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *